Tumore alla prostata: sempre migliori le possibilità di cura

In Italia il cancro della prostata è il tumore più diffuso nella popolazione maschile e ne rappresenta quasi il 20%. Il rischio di esserne soggetto è massimo dopo i 65 anni ed è doppio per chi ha in famiglia un papà o un fratello con lo stesso tumore.

Nonostante questo il 91% dei malati ha una sopravvivenza netta a 5 anni dalla diagnosi. Risultati che si possono ottenere grazie alle diverse tipologie di intervento, dalla chirurgia robotica a quella che utilizza la radioterapia. Anche se la prevenzione attiva, cioè il sottoporsi a regolari screening è l’arma più efficace per poter ‘prendere’ il tumore sul nascere e avere maggiori probabilità di successo nelle cure.

In questa quindicesima puntata di LineaSalute risponde alle domande del pubblico il dottor Giorgio Gandaglia, Urologo presso l’Unità Operativa di Urologia, Ospedale San Raffaele di Milano e Ricercatore a Tempo Determinato presso l’Università Vita-Salute San Raffaele.

Conduce: Carlo Buonamico

Se hai domande da porre agli esperti, scrivi un messaggio o manda un vocale Whatsapp al numero della redazione di LineaSalute: 3347211958

Avvertenza: Si ricorda che questo è un contenuto di intrattenimento, prima di assumere decisioni di qualsiasi tipo vi invitiamo a consultare il vostro medico curante o il professionista di vostra fiducia.
Pareri, risposte, dichiarazioni o contenuti espressi dai produttori, editori, conduttori, dai professionisti o dagli ospiti di questa rubrica sono strettamente personali e non rispecchiano necessariamente l’opinione del titolare, dell’editore e del gestore del portale radiosalus.com che in questo caso è unicamente un mezzo di diffusione.


Produzione a cura di Carlo Buonamico, concessa in uso per la diffusione a radiosalus.com | Powered by podcastevolution.it